La Certosa di Pavia

certosa paviaREGIA
Carlo Ludovico Ragghianti

TESTO
Carlo Ludovico Ragghianti

MUSICA
Daniele Paris

FOTOGRAFIA
Carlo Ventimiglia

ANNO
1961

PRODUZIONE
Romor Film, Milano (per Direzione Pubblicità e Stampa Olivetti).

FORMATO
35 mm, 16 mm

LINGUA
italiano, inglese

DURATA
16’30’’

PELLICOLA
Colore

SERIE
seleARTE Cinematografica, Critofilm 14

DESCRIZIONE

La Certosa di Pavia fu fatta costruire da Gian Galeazzo Visconti nel 1396 per farne il mausoleo di famiglia. La costruzione dell’edificio si protrasse per oltre un secolo e mezzo, seguendo così l’evoluzione del gusto artistico lombardo, dal passaggio dal tardo gotico alle novità architettoniche del Rinascimento: fu proprio questo l’aspetto che Ragghianti volle evidenziare in questo critofilm. La Certosa viene filmata all’inizio con ampie panoramiche esterne per evidenziarne la sua ubicazione nella circostante campagna, poi vengono inquadrati i vari edifici del complesso seguendo l’ordine cronologico di costruzione: il monastero, i chiostri, la chiesa con infine la ricca facciata. Ragghianti si sofferma su alcuni elementi architettonici di particolare rilievo: la porta del Mantegazza, il Chiostro Grande, le decorazioni in cotto delle arcate, i capitelli tardo-gotici, il tiburio del chiostro, il portale scolpito da Giovanni Antonio Amadeo, la navata con il lavabo gotico, il coro quattrocentesco, gli affreschi del Bergognone. All’interno Ragghianti cambia punto d’osservazione mettendo in evidenza, dall’alto, la somiglianza del portico con il Duomo di Milano, dal basso, la spinta verticale delle linee. Esternamente, con riprese dall’alto, mostra le geometrie dei tetti, delle guglie, delle scalette esterne, delle arcate. In ultimo viene illustrata la facciata rinascimentale nel suo insieme e nei particolari con movimenti verticali di macchina fino a ritornare all’immagine di apertura del cielo sopra la Certosa.

*in visione presso la videoteca della Fondazione Ragghianti

Share

La Certosa di Pavia